Xagena Mappa
Medical Meeting
XagenaNewsletter
Ematobase.it

Glutamina, Selenio o entrambi come supplementi nella nutrizione parenterale per pazienti con malattia in stadio critico


È stato condotto uno studio randomizzato, in doppio cieco, fattoriale e controllato per determinare se l'inclusione di Glutamina, Selenio o entrambi in una preparazione isoazotata e isocalorica di nutrizione parenterale influenzi nuove infezioni e mortalità in pazienti con malattia in stadio critico.

Lo studio è stato condotto in 10 Unità di terapia di livello 2 e 3 ( o combinate ) in Scozia.

Sono stati inclusi nello studio 502 adulti nelle Unità di terapia intensiva e Unità di alta dipendenza per un tempo maggiore o uguale a 48 ore, con insufficienza gastrointestinale e che richiedevano nutrizione parenterale.

Ai partecipanti sono stati somministrati per via parenterale Glutamina ( 20.2 g/die ) o Selenio ( 500 microg/die ), o entrambi fino a 7 giorni.

Gli esiti primari erano i partecipanti con nuove infezioni nei primi 14 giorni e la mortalità.

Sono stati presentati i risultati di un’analisi per intention-to-treat e un’analisi prespecificata di pazienti cha avevano ricevuto il trattamento di studio per un periodo uguale o superiore a 5 giorni.

Gli esiti secondari includevano la durata della permanenza nell'Unità di terapia critica e in ospedali per pazienti acuti, i giorni di utilizzo di antibiotici e il punteggio modificato SOFA ( Sepsis-related Organ Failure Assessment ).

La supplementazione con Selenio non ha influenzato in modo significativo il numero di pazienti che hanno sviluppato una nuova infezione ( 126/251 versus 139/251, odds ratio, OR=0.81 ), ad eccezione di quelli che avevano ricevuto la supplementazione per un periodo maggiore o uguale a 5 giorni ( OR=0.53 ).

Non è stato osservato un effetto generale di Glutamina sulle nuove infezioni ( 134/250 vs 131/252, OR=1.07 ), anche se i pazienti avevano ricevuto supplementazione per un periodo maggiore o uguale a 5 giorni ( OR=0.99 ).

La mortalità a 6 mesi non è risultata significativamente differente per il Selenio ( 107/251 vs 114/251, OR=0.89 ) o Glutamina ( 115/250 vs 106/252, OR=1.18 ).

La lunghezza della permanenza, i giorni di utilizzo di antibiotico e il punteggio modificato SOFA non sono stati influenzati in modo indicativo da supplementazione con Selenio o Glutamina.

In conclusione, l'analisi primaria per intention-to-treat non ha mostrato effetto sulle nuove infezioni o sulla mortalità nel caso di supplementazione della nutrizione parenterale con Glutamina o Selenio.
I pazienti che hanno ricevuto nutrizione parenterale supplementata con Selenio per un periodo maggiore o uguale a 5 giorni non hanno mostrato una riduzione nelle nuove infezioni, ma questo risultato deve essere confermato. ( Xagena2011 )

Andrews PJ et al, BMJ 2011; 342: d1542


Med2011 Gastro2011 Farma2011


Indietro