Xagena Mappa
Medical Meeting
Dermabase.it
Mediexplorer.it

Idrocortisone più Fludrocortisone per adulti con shock settico


Lo shock settico è caratterizzato da una disregolazione della risposta dell'ospite alle infezioni, con anomalie circolatorie, cellulari e metaboliche.
Si è ipotizzato che la terapia con Idrocortisone più Fludrocortisone o con Drotrecogin alfa ( attivato ) [ Xigris ], che può modulare la risposta dell'ospite, possa migliorare gli esiti clinici dei pazienti con shock settico.

In uno studio multicentrico, in doppio cieco, è stato valutato l'effetto della terapia con Idrocortisone più Fludrocortisone, Drotrecogin alfa ( attivato ), la combinazione dei tre farmaci o i rispettivi placebo.

L'esito primario era la mortalità per tutte le cause a 90 giorni. Gli esiti secondari includevano la mortalità alle dimissioni dall'Unità di terapia intensiva ( ICU ) e la dimissione ospedaliera al giorno 28 e al giorno 180 e il numero di giorni vivi e senza vasopressori, ventilazione meccanica o insufficienza d'organo.

Dopo il ritiro dal mercato di Drotrecogin alfa ( attivato ), lo studio è proseguito con un disegno parallelo a due gruppi.
L'analisi ha confrontato i pazienti che hanno ricevuto Idrocortisone più Fludrocortisone con quelli che non l'hanno ricevuto ( gruppo placebo ).

Tra i 1.241 pazienti inclusi nello studio, la mortalità a 90 giorni è stata del 43.0% ( 264 su 614 pazienti ) nel gruppo Idrocortisone può Fludrocortisone e del 49.1% ( 308 su 627 pazienti ) nel gruppo placebo ( P=0.03 ).
Il rischio relativo di morte nel gruppo Idrocortisone più Fludrocortisone è stato pari a 0.88.

La mortalità è stata significativamente più bassa nel gruppo trattato con Idrocortisone più Fludrocortisone rispetto al gruppo placebo alla dimissione dall'ICU ( 35.4% vs 41.0%, P=0.04 ), alla dimissione ospedaliera ( 39.0% vs 45.3%, P=0.02 ) e al giorno 180 ( 46.6% vs 52.5%, P=0.04 ) ma non al giorno 28 ( 33.7% e 38.9%, rispettivamente; P=0.06 ).

Il numero di giorni liberi da vasopressori al giorno 28 è risultato significativamente più alto nel gruppo trattato con Idrocortisone più Fludrocortisone rispetto al gruppo placebo ( 17 vs 15 giorni, P minore di 0.001 ), così come il numero di giorni senza insufficienza d’organo ( 14 vs 12 giorni, P=0.003 ).

Il numero di giorni liberi dalla ventilazione è stato simile nei due gruppi ( 11 giorni nel gruppo Idrocortisone più Fludrocortisone e 10 nel gruppo placebo, P=0.07 ).

Il tasso di eventi avversi gravi non è variato significativamente tra i due gruppi, ma l'iperglicemia è stata più comune nel gruppo Idrocortisone più Fludrocortisone.

In questo studio che ha coinvolto pazienti con shock settico, la mortalità per tutte le cause a 90 giorni è risultata inferiore tra quelli che hanno ricevuto Idrocortisone più Fludrocortisone rispetto a quelli che hanno ricevuto placebo. ( Xagena2018 )

Annane D et al, N Engl J Med 2018; 378: 809-818

Med2018 Farma2018


Indietro